29 apr 2011

Ispettore di Polizia corrotto a Livorno

Abbiamo ricevuto questa segnalazione, relativa a ..

Polizia e giudici corrotti a Livorno.

Caso d'ingiustizia, che va avanti da più di 20 anni...



Ci stupisce parecchio la molta forza morale che deve avere avuto e ancora ha quest'uomo nell'andare avanti e sostenere la sua giusta causa.. Ha anche scritto ai giornali, come vedete dal ritaglio scannerizzato allegato più in basso; un esempio di sano coraggio, che dovremmo seguire tutti.

IL CASO: Si tratterebbe dell'ennesimo Abuso di Potere e di ARROGANZA da parte, questa volta, di un Comandante di Polizia di Livorno che avrebbe estratto una pistola e minacciato, per un nonnnulla, un libero cittadino. (Per fortuna senza danni fisici, ma solo morali)

A coronare il tutto: il caso giudiziale insabbiato, che non andrebbe avanti a causa di Giudici corrotti, ecc ecc.

Come lui stesso scrive qui sotto, si dichiara più che disponibile a rendere pubblici ad organi di giustizia competenti i suoi dati, che qui non vengono pubblicati per ovvi motivi di riservatezza; si dichiara altresì, disposto ad interviste e a far visionare i documenti in suo possesso.


Denunce In Rete

- - -

Salve,

Sono trascorsi anni da quel giorno ma io non dimentico, purtroppo la mia salute precaria mi ha fatto rallentare il percorso da me intrapreso, senza contare tutte le piste dirottate da questo tizio nell'ambito giudiziario.

Lo Stato dice che la legge è uguale per tutti ma nel mio caso sembra di no, comunque io desidero con tutte le mie forze che si fatta giustizia.

Disponibile anche ad un intervista con visione di documentazione varia, e nonostante vi sia stato presente un testimone e firmato la sua disponibilità davanti ad un legale, non è stato neppure chiamato ma vi rendete conto della gravità della situazione dico io!

Vi invio la documentazione neccessaria per il caso in questione, ho altra documentazione ma meglio visionarla personalmente.

Non desidero rimanere anonimo, l'importante è non incorrere in denunce per divulgazione di documenti o altro a mio carico.

Io desidero che queso Ispettore di Polizia paghi per il gesto che ha fatto,

e lo stesso vale per le persone in ambito giudiziario che lo hanno aiutato in questa farsa,

devono vergognarsi giurano per lo Stato Italiano e poi lo infangano così, nascondendo documenti, aiutandosi tra loro per paura di far fare una brutta figura al corpo della Polizia di Stato.

Nel frattempo vi saluto e attendo vostre notizie, grazie

- - -
http://1.bp.blogspot.com/-hv1SRdfyqlw/Tbr8PhMCQCI/AAAAAAAAAHs/_dC4MuZb42A/s1600/Polizia%2Bcorrotta%2Ba%2BLivorno.jpg


I Dati dell'autore dell'articolo verranno resi noti ad organi competenti o di giustizia qualora ne facessero richiesta.


- -
Post Relazionato:
Poliziotti e Carabinieri corrotti in tutta Italia
http://denunceinrete.blogspot.com/2011/03/poliziotti-e-carabinieri-corrotti-in.html
- - - -
- - -
Link diretto a questo post:
- - -
- - - -
Questo post, è stato trasformato in un Knol a quest'indirizzo:
http://knol.google.com/k/denunce-in-rete/polizia-e-giudici-corrotti-a-livorno/fuim2rk2bfhv/21#view

---
Vi ricordiamo che la nostra mail dove mandarci le vostre segnalazioni, è la seguente:

Contatto: denunceinrete@gmail.com


SCARICA IN PDF - Pdf 2
Save as PDF
.
PDF più leggero.
(SiamoTuttiGiornalisti.Org)


25 apr 2011

Post non disponibile

In seguito a un'istanza legale ricevuta da Google, abbiamo rimosso questo post. Se lo desideri, puoi consultare ulteriori informazioni sulla richiesta all'indirizzo LumenDatabase.org.


19 apr 2011

Donna chiede aiuto: subita Forte ingiustizia legale!

Donna chiede aiuto: subita forte ingiustizia legale sanitaria.
- - -

Questo è l'ennesimo abuso di autorità corrotte, che approffittano della propria influenza per non pagare la giustizia come tutti gli altri!!

Si tratta di un Finanziere a cui, pur avendo investito GRAVEMENTE!!! una donna, non è stata fatta pagare nemmeno semplicemente una multa!!

Come sempre, siamo costernati e SENZA PAROLE!! quando riceviamo lettere così!

e, non sappiamo cosa fare ....

Speriamo che qualcuno di voi, possa fare qualcosa di più.

Ecco la sua Storia.


Denuncia:
il suo Avvocato, la sentenza ingiusta del Giudice, e il CTU.


Chiede aiuto per sapere cosa fare.


- - -

Torino 20/04/2011


Con la presente vi chiedo cortesemente un parere o un consiglio su come affrontare un problema relativo ad una vera ingiustizia legale: una condanna civile col pagamento di tutte le spese legali ( circa 20.000 euro) ; tutto questo a causa di un incidente stradale del 26/10/2003 in cui sono stata investita da un finanziere e grazie al quale ho riportato dei danni permanenti e ho perso il lavoro che svolgevo in quel periodo, rimanendo senza alcuna retribuzione fino a giugno 2004 senza poter usufruire di giorni di malattia. Premetto che l’assicurazione mi ha liquidato con euro 6.600 ( comprese di spese legali del mio avvocato) dandomi il 70% di colpa nonostante il medico legale della Toro assicurazioni mi avesse riconosciuto un 7/8 % di danno permanente e il mio medico legale di parte il 10%.

Il mio avvocato pertanto mi comunica che avremmo trattenuto tale importo come acconto e avremmo provveduto a richiedere il giusto risarcimento.

Il medico legale CTU nominato dal giudice esprime una valutazione del danno in misura del 3% e chiedendo vari pareri ad avvocati, medici legali e consiglieri dell’ordine degli avvocati mi è stato riferito che tale punteggio viene riconosciuto ad un semplice colpo di frusta.

Ho una caviglia storta con due viti dentro che è sempre dolorante, anche a distanza di 5 anni.

In questa occasione il mio avvocato mi aveva erroneamente detto che ulteriore documentazione medica l’avrei potuta portare il giorno stesso della visita medica, ma purtroppo non era così; avrebbe dovuto richiedermela e consegnarla entro un certo termine prefissato dal giudice.

Il medico legale anche se ha accettato ugualmente di vedere almeno le lastre non ha considerato nella valutazione i problemi al naso che ho comunicato e documentato conseguenti l’incidente, ma altri documenti medici che avevo con me quel giorno non li ho potuti consegnare; oltretutto a seguito dell’incidente e di tutte queste ingiustizie ho avuto e ho ancora oggi dei problemi di salute non indifferenti.

Secondo alcuni avvocati tale valutazione risulta bassa perchè non ho portato il mio medico legale di parte e non capisco quindi perchè uno deve pagare per farsi riconoscere la giusta percentuale di danno; anche perchè avevo già pagato un mio medico di parte terminata la fisioterapia e anche perchè al CTU ho dovuto pagare 240 euro di visita di tasca mia. Dopo tutte le spese, cioè, dovevo ancora pagare di nuovo il mio medico legale di parte?!

Altra ingiustizia all'inizio di questa storia assurda è che.. sono stata multata dai vigili urbani perché secondo i testimoni non ero sulle strisce pedonali , mentre la persona che mi ha investito non è stata multata nonostante i testimoni avessero dichiarato una velocità sostenuta ( la frenata era lunga 7 metri); ha iniziato a frenare solo dopo che mi ha investito.

Una dei testimoni nel verbale dei vigili testimonia che prima della frenata non aveva notato il pedone e che mi ha visto solo nel momento in cui sono stata investita dall'auto, mentre davanti al giudice, a distanza di quattro anni, dichiara che si ricordava del pedone perchè era strano vedere attraversare un incrocio così grande ed erroneamente diceva che attraversavo da sinistra verso destra (dal fiume po direzione ospedale mauriziano ) ; per tale contraddizione è stato fatto rientrare in aula nuovamente il marito che era in auto con lei per confrontare le testimonianze perchè lui giustamente ha dichiarato che attraversavo da destra verso sx. Tale testimone dichiara che l'investitore era nella parte interna della semicarreggiata, ma ciò non è possibile come risulta dalla stessa dichiarazione dell'investitore e cioè che aveva delle auto davanti che gli precludevano la visuale e superandole a velocità sostenuta mi ha investito.

Il testimone davanti al giudice dichiara che quando sono stata investita mi trovavo sulla propria traiettoria e pertanto l'auto l'ha superato oltrepassando la propria carreggiata.

Oltretutto il testimone dichiara che era appena ripartito e aveva percorso 2/3 metri, pertanto l'auto che mi ha investito non può avermi colpito a 11 metri dalle strisce pedonali.

La ricostruzione dei vigili non è corretta ; secondo loro il punto d'impatto è stato a 11 metri dalle strisce pedonali ma non è stato così perchè l'investitore ha spostato l'auto e i cocci che hanno trovato in prossimità del tombino al centro dell'incrocio, sono stati sicuramente spostati dalle altre auto o si trovano in prossimità del luogo in cui è stata spostata l'auto.

Oltretutto, se avessi attraversato al centro di un incrocio come corso Dante dove ci sono le auto che dal corso girano su via Nizza, sarei stata sicuramente investita da loro. Oltretutto ricordo che quando mi sono alzata ho fatto pochissimi passi per arrivare a sedermi sul gradino della banca unicredit che si trova proprio all'angolo in prossimità delle strisce pedonali e tale distanza non era sicuramente 11 metri.


Pertanto in base a tutti questi elementi è chiaro che è stata fatta una ricostruzione in base alle dichiarazioni non corrette soprattutto da parte dell'investitore.

Soprattutto perchè l’investitore non è stato multato dai vigili urbani?

LA LEGGE NON E' UGUALE PER TUTTI.


Sono stata sbalzata sul cofano, sul parabrezza e sul tettuccio per poi cadere a terra riportando trauma cranico e facciale e una frattura multipla del malleolo interno della caviglia sx con conseguente operazione e inserimento di due viti malleolari che ho ancora oggi.


Addirittura nel verbale dei vigili urbani ha dichiarato di avere dei bolli sulla portiera destra dove io praticamente non potevo aver sbattuto.


Ho sicuramente la mia parte di colpa
visto che ho iniziato ad attraversare con luce gialla ma l'investitore senza dubbio ha avuto una condotta di guida molto pericolosa visto che procedeva a velocità sostenuta e sorpassando ha invaso la carreggiata opposta in prossimità di un incrocio semaforico e trafficato come questo . Mi chiedo sempre e lo ripeterò più volte perchè non è stato multato dai vigili urbani la persona che mi ha investito?



Riporto quanto scritto dal giudice nelle motivazioni della sentenza: la persona che mi ha investito che stava attraversando un incrocio con semaforo appena scattato verde avrebbe dovuto rallentare la velocità per assicurarsi che non ci fossero dei pedoni che dovevano completare l’attraversamento; egli tuttavia non ha fornito prova di aver ridotto la velocità al momento di superare il semaforo; anzi i testimoni avevano riferito una velocità sostenuta dell’auto e che la velocità non fosse contenuta sembra confermato dalla frenata lunga 7 metri.

Io stessa voglio precisare che l’investitore ha oltrepassato la propria corsia di marcia superando le auto ancora ferme al semaforo; si contraddice quando dichiara che era sulla propria corsia dicendo che in quel punto Via Nizza permette il transito di 3 auto, mentre poi afferma che le auto ferme al semaforo gli precludevano la visuale. Infatti un testimone dice che quando l’auto mi ha investito io ero sulla traiettoria di una delle due auto ferme al semaforo.

Pertanto ha oltrepassato la propria corsia di marcia, è passato davanti superando l’auto davanti a lui e mi ha investito e ha iniziato a frenare solo dopo avermi colpito e questo perché andava ad una velocità sostenuta e soprattutto non ha rispettato il codice della strada in vicinanza di un incrocio semaforico.


Come riporta il giudice infatti avendo la visuale preclusa a maggior ragione aveva l’obbligo di ridurre la propria velocità che gli avrebbe consentito di arrestarsi di fronte ad un ostacolo improvviso.

Il giudice riconosce un concorso di colpa al 50%, però vista la percentuale espressa dal Ctu ritiene che io sia già stata risarcita anche troppo dall'assicurazione e pertanto decide di condannarmi al pagamento di tutte le spese legali.


Secondo pareri di vari avvocati se avessi ricevuto un riconoscimento anche di soli 2 punti superiori non avrei dovuto pagare nulla e quindi penso che ingiustizia sia stata fatta anche in questo caso.


Una persona non può pagare ingiustamente per errori di questo tipo e per la non diligenza nello svolgimento del mandato professionale da parte di avvocati che si sono poco interessati alla pratica.


Il mio avvocato non ha avuto neanche la delicatezza di telefonarmi ma mi ha inviato direttamente una raccomandata per informarmi dell’esito della sentenza e allegandomi la parcella da pagare.

Bisogna evitare gli avvocati che ti promettono di ottenere risultati esageratamente positivi senza neanche conoscere nei dettagli la pratica solo per avere l’incarico.

La sentenza è stata depositata dal giudice in data 25/10/2007 e ho già ricevuto tre precetti dall’avvocato della controparte.

QUESTA NON E’ GIUSTIZIA
OLTRE IL DANNO ANCHE LA BEFFA!!!

Ho già presentato un esposto contro il mio avvocato al consiglio dell'ordine ma non ritengono che ci sia alcun elemento di responsabilità deontologica nel comportamento dell'avvocato stesso.

Come cittadina italiana, non sono tutelata dalle leggi italiane!!


Dove li trovo tutti questi soldi

che dovrei richiedere, invece, io, come risarcimento per tutta questa ingiustizia!!


Mi sto veramente rovinando la salute e

spero che qualcuno consideri questa vera ingiustizia e possa aiutarmi.
Grazie.

Ci sarebbero altre cose da raccontare ancora, ma piu' ci ritorno e piu' mi innervosisco.

Avevo già pagato uno studio legale a cui ho tolto il mandato, a inizio causa, perchè mi chiedevano soldi in anticipo per mandare avanti la pratica, e poi ne ho trovato un altro ancora peggio.

Mi sono fidata di avvocati sbagliati sicuramente e poco professionali.

Distinti saluti.

GIORGIAPARINI@YAHOO.IT


Aggiornamento 27/04/2011

non sapete quanto mi sta rovinando questa storia da 7 anni......non posso trovare un altro avvocato per mettersi contro una sentenza che ormai è stata fatta......per poi perderla e dover pagare ancora altro........è possibile che la legge italiana sia questa............non si può fare proprio nulla.....o paghi se hai i soldi....o ti ammazzi e magari poi la storia viene messa a conoscenza.....ma per legge. é tutto legale quello che mi è successo.......anzi domani vado a chiedere la colletta agli avvocati davanti al tribunale......tanto sono dei ladri legalizzati pieni di soldi

la mia mail è GIORGIAPARINI@YAHOO.IT... ..POSSO LASCIARE ANCHE UN MIO TEL 3477463888........comunque domani dovrò già dare 500 euro che mi hanno prestato e poi 100 euro al mese per 5 anni..........l'avvocato ha già tentato il pignoramento fuori orario....io abito da mia sorella.....non ho nulla intestato e i mobili sono suoi.....ma non ha le fatture....oltretutto l'avvocato , non so se voleva spaventarmi.....ma mi ha detto che avrebbe chiesto tramite istanza l'apertura forzata ..........cifra precetto 5.500.....cosa devo fare? altrimenti procede......non c è stato verso...gli ho anche proposto subito 1500....indebitandomi ancora per chiudere questa storia....non ne posso più

Aggiornamento 30/04/2011

Risposta di Fabio del Toro
dal sito di denunceitaliane.it

Leggendo il tuo racconto è evidente che la situazione è abbastanza drammatica.

Dobbiamo però ribadire che in questo forum non si ricelebrano i processi e che il tuo racconto , sebbene sia credibile non può esser preso per oro colato.

Mi pare che le cose siano molto compromesse e temi sono tanti ma mi pare poco credibile che il tuo avvoato ti abbia " garantito " dei risultati visto che nessun avvocato serio può avere certezza sull'esito della causa.

Se come dici ci sono state delle irregolarità devi però saperle provare e dimostrare e in questo caso potresti appellarti al Consiglio dell'Ordine degli avvocati a cui appertiene.

Per quanto riguarda la causa in generale si tratta di capire se la cosa è passata " in giudicato " cioè se le tue sentenze sono definitive.

Se lo fossero la partita è chiusa, se invece non lo sono allora dovresti valutare se vale la pena continuare o meno.

Nel caso che tutto in Italia è finito e se ci sono delle dimostrabili irregolarità, potresti rivolgerti alla Giustizia Europea.

Se sei in possesso di documenti, puoi pensarci se invece non hai in mano nulla allora sei davvero senza speranza....

Facci sapere

Fabio



Aggiornamento 3/05/2011

Risposta di Fabio del Toro
dal sito di denunceitaliane.it


La questione dei clienti che non sono contenti rispetto al lavoro e dunque ai risultati ottenuti dal proprio avvocato, penso che colpisca oltre il 50% delle cause e dunque è un problemone senza soluzione.

Tutti entriamo in una lite legale con enormi aspettative e poi, i processi vanno come vanno, gli avvocati dei grandi potentati piegano la verità reale ad una nuova, spesso assurda quanto falsa VERITA' PROCESSUALE che è quella che viene appunto riscritta durante le fasi del processo.

Gli avvocati poi, come ogni altro libero professionista hanno come regola quella di non prendere incarico da un cliente se prima il cliente non è a posto e non ha saldato il professionista precedente.

Dunque, per fare un'altro esempio, supponiamo che io mi rivolgo ad un geometra, ma avendo avuto prima un'altro geomentra che secondo me non lavorava bene e non mi serviva correttamente e per questo voglio cambiarlo con uno nuovo... il nuovo geometra non inizia a servirmi fino a quando non ho risolto tutto e chiuso le pratiche con quello vecchio.

Questo in effetti serve a interrompere la catena dei morosi.

Vista dal lato dei "professionisti":

Se un cliente continua a cambiare professionista senza pagare mai, loro si ritroveranno sempre a fornire il servizio/prestazioni a turno senza mai riscuotere e dunque il cambio di professionista è ammesso solo quando si è trovata una qualche soluzione con il professionista precedente.

Nel mondo degli avvocati dunque, questo meccanismo è ancora più ferreo ed importante altrimenti si innescherebbe una reazione a catena infinita... basti pensare:

il soggetto A entra in causa con il soggetto B e incarica avvocato Rossi di assisterlo.

Il soggetto A perde malamente la causa ed accusa Rossi di non averlo servito adeguatamente e si rivolge all'avvocato Bianchi per fare appello al soggetto B e anche al precedente avvocato Rossi.... ma l'avvocato Bianchi, che si troverebbe contro sia un collega che un soggetto processuale che ha già vinto.... rischia di lavorare tanto ( due cause in pratica ) e pochissime aspettative di vincere e di riscuotere, magari il soggetto A, dopo che si arrivasse ad una conferma della cattiva sentenza di primo grado ( cosa probabile ) e dopo un insuccesso contro il collega che forse tanti errori non evaveva fatti dal punto di vista prettamente tecnico ma aveva perso per effetto dei meccanismi infernali del mondo giudiziario.... alla fine il soggetto A andrà a cercarsi un nuovo avvocato che denunci di nuovo tutti gli avvocati precedenti e dunque Verdi attacca Bianchi, che attacca Rossi e la catena diventa infinita mentre nessuno paga....

Dunque, il tutto si basa su un principio antichissimo che in latino si dice SOLVE ET REPETE che si potrebbe dire, prima paghi e poi discuti.

Anche questo purtroppo è alla base del pagamento delle tasse che spesso prima si pagano e poi eventualmente le contesti, le annulli e te le fai rimborsare.

Siccome però tutti sappiamo che le ingiustizie troppo spesso rimangon tali, allora non si vorrebbe pagare ben sapendo che non si riavranno i soldi ingiustamente spesi.

Quindi ricapitolando, l'ordine delle cose sarebbe:

1) si celebra il processo in primo grado
2) lo perdi ma hai ragione....
3) paghi il primo avvocato che magari non era in gamba ma quello avevi scelto...
4) prendi un avvocato nuovo, vinci in appello e ti fai ridare anche i soldi che hai speso con il primo avvocato e annulli la sconfitta e rientri nelle spese.

Questo percorso però è fin troppo teorico visto che le cose non vanno quasi mai così.


Fabio


- - -
- - - -
Potete leggere l'originale lettera, speditaci dalla Signora, a questo link:
http://www.google.com/notebook/public/02715070055054650337/BDRcI3goQ7-LXoPcl

Denunce In Rete.
- - - -
- - -
Link diretto a questo post:
- - -
- - - -
Questo post, è stato trasformato in un Knol a quest'indirizzo:
http://knol.google.com/k/denunce-in-rete/donna-chiede-aiuto-subita-vera/fuim2rk2bfhv/19#view
- - -
Quest' articolo, è presente anche su: http://www.denunceitaliane.it/
- - - -
---
Vi ricordiamo che la nostra mail dove mandarci le vostre segnalazioni, è la seguente:

Contatto: denunceinrete@gmail.com


SCARICA IN PDF - Pdf 2
Save as PDF
.
PDF più leggero.
(SiamoTuttiGiornalisti.Org)


16 apr 2011

Aumento di stipendio per i parlamentari: Notizia Censurata ...

Mandiamoli a casa!!!


MANDIAMOLI A LAVORARE :
Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega
che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza
astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari
a circa ¤ 1.135,00 al mese.

Inoltre la mozione è stata camuffata, in modo tale da non risultare
nei verbali ufficiali.



STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE

STIPENDIO BASE ci r c a Euro 9.980,00 al mese

PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)

RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese
INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00)
TUTTI ESENTASSE
+

TELEFONO CELLULARE gratis

TESSERA DEL CINEMA gratis

TESSERA TEATRO gratis

TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis

FRANCOBOLLI gratis

VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

PISCINE E PALESTRE gratis

FS gratis

AEREO DI STATO gratis

AMBASCIATE gratis

CLINICHE gratis

ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

ASSICURAZIONE MORTE gratis

AUTO BLU CON AUTISTA gratis

RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro
1.472.000,00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione
dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di
contributi (41 an ni per i l pubblico impiego !!!)

Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali
(in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i
privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del
Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e
gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al
suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255
MILIONI di EURO.

La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!

Far circolare.......si sta promovendo un referendum per l' abolizione
dei privilegi di tutti i parlamentari............ queste
informazioni possono essere lette solo attraverso Interne t in qua nto
quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli
italiani......

PER FAVORE FATE CIRCOLARE
.
Le Maldive del Salento
Tel e fax
0833.750217 :: Cell. 339-4029014
Skype: maldivesalento :: Email. info@lemaldivedelsalento.com

www.lemaldivedelsalento.com
http://www.cordellaimmobiliare.com

- - - -
- - -
Link diretto a questo post:
- - -
- - - -
Questo post, è stato trasformato in un Knol a quest'indirizzo:
http://knol.google.com/k/denunce-in-rete/aumento-di-stipendio-per-i-parlamentari/fuim2rk2bfhv/18#view
- - -
Quest' articolo, è presente anche su: http://www.denunceitaliane.it/
- - - -
---
Vi ricordiamo che la nostra mail dove mandarci le vostre segnalazioni, è la seguente:

Contatto: denunceinrete@gmail.com


SCARICA IN PDF - Pdf 2
Save as PDF
.
PDF più leggero.
(SiamoTuttiGiornalisti.Org)


8 apr 2011

Melascrivi.com sito truffaldino..

Attenti! se fate acquisti online !!!,

al sito:

Melascrivi.com
http://www.melascrivi.com/

TRUFFA!!

potete rischiare di essere truffati, com'è successo alla signora Isabella Giomi.

Attenzione, quindi!

- - -
Riportiamo parte della denuncia che lei ha pubblicato sul sito di denunceitaliane.it, sito col quale noi non abbiamo niente a che fare a parte il nome e, forse, alcuni comuni intenti;

specificando che, alla nostra redazione, abbiamo ricevuto ulteriori segnalazioni anonime a riguardo che si sommano a quella della Signora, e quindi, ci sembra giusto intervenire.


Sperando che i gestori e titolari del sito, prendano provvedimenti per migliorare la qualità del loro servizio offerto, è come ci accingiamo a dare voce a quest'ennesima segnalazione di abuso al cittadino.

Nella speranza che ciò che è successo, possa non verificarsi mai più. Almeno per quel sito.


Ricordate di cercare di "presumere sempre la Buona Fede" di chi vi fa un primo torto.. Solo così si può anelare ad ottenere giustizia e ad un mondo migliore.

lo staff -

- - -

tratto da: http://www.denunceitaliane.it/forum/web/119-sito-scorretto.html#119

Buondì, vorrei denunciare il sito melascrivi.com, dove si illudono aspiranti giornalisti e autori con la prospettiva di un guadagno per ogni articolo postato su una vasta gamma di argomenti offerti, viene chiesta copia di documento e codice fiscale, e invece poi quando ci si logga compare perennemente una scritta che dice più o meno "ci dispiace al momento non vi sono argomenti disponibili" e si rimanda a un altro momento. Non si avverte subito che gli eventuali argomenti scelti sono esauriti e si invitano le persone a iscriversi (forse per ottenere indirizzi e nominativi?). Ho scritto al sito per lamentare il problema e mi hanno consigliato di chiudere l'account. Adesso però hanno la copia del mio documento, l'indirizzo e il codice fiscale. Grazie. Isabella Giomi

tratto da: http://www.denunceitaliane.it/forum/web/119-sito-scorretto.html#121

nel caso di melascrivi, la scorrettezza sta nel chiedere prima la scansione dei documenti, senza avvisare che non ci sono argomenti disponibili E io ho provato quasi ininterrottamente per 4 gg, la situazione non si sbloccava. Spero arrivino altre segnalazioni simili alla mia, così capite che non è una mia impressione personale.
Ah, oltre al CF ho inviato anche la scansione della patente, è quella che mi preoccupa.

tratto da: http://www.denunceitaliane.it/forum/web/119-sito-scorretto.html#123

scorretto è tutto ciò che promette e non mantiene, come del resto molte cose tipicamente "italiane". Perchè non dovrei usare questo termine? allora parliamo di poca affidabilità, se posso essere più soft... ma resta il concetto che a molte persone vengono chiesti i documenti in anticipo (chissà poi perchè, se non posso accedere a scrivere) e poi viene detto che non ci sono argomenti disponibili all'infinito.

tratto da: http://www.denunceitaliane.it/forum/web/119-sito-scorretto.html?limit=6&start=6#125

è la veste del sito poco corretta (o forse dovrebbero correggere qualche impostazione, il che vuol dire molto). Il fatto che compaia una scritta: ora puoi iniziare a scrivere :-) (sorrisino finale) e subito ne compare un'altra: attualmente non ci sono argomenti disponibili (sempre, e dico sempre). Ok, mi ero illusa, e come me, credo molti altri.

Il problema è che la gente sta zitta e tira a campare. Le cose vanno male proprio per questo! e quando uno protesta si sente quasi in colpa. E' una cosa di poca importanza?
tutto ne ha o allora vogliamo negare tutto? certo, al confronto di un morto ammazzato di mala sanità fa ridere, ma bisogna stare sempre zitti?

Isabella Giomi.

- - -

Aggiornamento 10-04-2011

Riportiamo, facendo copia incolla da altri siti, in giro per il web, testimonianze che si sommano a questa. lo staff


tratto da : http://it.toluna.com/opinions/802593/Sieti-iscritti-melascrivi-cosa-pensate.htm

creato da eusapia on 01/03/2011

Sieti iscritti a melascrivi.com? cosa ne pensate?


io sono iscritta da un paio di pesi, ma per me è quasi impossibile riuscire ad aggiudicarsi un argomento, forse bisogna essere perennemente collegati al sito... mi date qualche suggerimento?


Opinione di ariel270, Postato su 10/03/2011

Prenotare gli articoli è un'impresa, occorre stare incollati al sito nelle ore centrali della giornata e io ci riesco solo ogni tanto. Non conviene iscriversi se le cose non cambiano.

Aggiornamento 02-07-2011

Salve!
Sono anche io vittima di questo abuso, mi sono iscritta a melascrivi.com una settimana fa,ho selzionato 3 argomenti fotografia, famiglia e cucina e mi hanno mandato solo un tot di argomenti per la fotografia, una volta esauriti non me ne mandano più da scrivere. Però sono stati puntuali nel pagamento, mi hanno pagata in automatico su paypal una volta raggiunti i 20€. Mi mandavano giornaliermente newletter sugli argomenti pubblicati, ma sul mio profilo mai visti, ma adesso mi succede che mi hanno bloccato l'account in maniera ingiustificata, non riesco nemmeno a contattarli per chiedere spiegazioni, inutile chiedere di rimandarmi la password perchè non me la mandano, ma intanto hanno i miei dati personali con la tessera d'identità e codice fiscale come fare? Non è che questi furfanti utilizzano questa sorta di scusa per prendere dati anagrafici? Scrivetemi se avete notizie di questa truffa e come denunciarli wanda12@email.it

- - - - - -
Post Relazionato:
Siti su internet che truffano la Gente!!
http://denunceinrete.blogspot.it/2012/03/siti-truffa.html
- - - -
- - -
Link diretto
a questo
post:
- - -
- - - -
Questo post, è stato trasformato a quest'indirizzo:
http://denunceinrete.wordpress.com/article/melascrivi-com-sito-truffa-fuim2rk2bfhv-17/
- - -

L'autore aveva pubblicato su: http://www.denunceitaliane.it/
(poi, hanno cancellato i suoi messaggi)

- - - -
---
Vi ricordiamo che la nostra mail dove mandarci le vostre segnalazioni, è la seguente:

Contatto: denunceinrete@gmail.com


SCARICA IN PDF - Pdf 2.
Save as PDF
.
PDF più leggero.
(SiamoTuttiGiornalisti.Org)